Fish don’t believe in magic

Giulia Crivellaro

13.05.2022 – 14.05.2022
Art City White Night

Granata, Via S. Rocco 16, Bologna

Il progetto nasce dall’unione delle idee Innesto Spazi di Ricerca e Granata. Innesto è un collettivo curatoriale che si occupa di collaborare con artisti contemporanei emergenti focalizzando la sua attenzione sul luogo e il contesto in cui opera e il suo coinvolgimento sociale. Granata è spazio poliedrico dedicata alla progettazione di format artistico/musicali ma attivo anche nel campo della comunicazione e della progettazione grafica.

 

Dall’unione di queste due realtà nasce una programmazione per le serate di venerdì 13 e sabato 14 maggio in occasione della settimana dell’arte bolognese. 

 

Presso gli spazi di S. Rocco 16, dalle 18 in poi sarà presente un lavoro video di Giulia Crivellaro “Fish don’t believe in magic”. La ripresa, found footage da YouTube, ed il suo montaggio, aprono una riflessione a partire dalla caratteristica dei pesci di essere animali sempre vedenti perchè privi di palpebre. Al contrario di quella dei pesci, la percezione umana del visibile è regolata dalla chiusura involontaria delle palpebre che genera una continua intermittenza tra visibile e invisibile. Nell’uomo la visione è al contempo creazione di un meccanismo illusorio e imperfetto atto a riempire i vuoti e alla ricostruzione delle immagini perse tra un battito e l’altro. 

A seguire due eventi musicali che vedono come protagonista il giorno 13 Nadia Peter con il progetto ambiente Perpetual Bridge e il giorno 14 Obeka, da Manchester, in collaborazione con Atlantico Festival.

 

Articoli correlati

Fish don’t believe in magic,  Redazione Artribune, 13 maggio 2022

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.